CAM

(Criteri Ambientali Minimi). Rappresentano delle specifiche tecniche relative a determinate categorie merceologiche. Sono contenuti nei decreti emanati dal Ministero dell’Ambiente. I CAM sono da inserire obbligatoriamente negli appalti pubblici degli acquisti verdi – GPP.

CFP

(Carbon Footprint of Product). Impronta climatica di un prodotto. Metodologia basata sulla LCA con cui è calcolata l’emissione di GHG in tutto il ciclo di vita di un prodotto, “dalla culla alla tomba”.

EPD

(Environmental Product Declaration). Dichiarazione ambientale di prodotto realizzata in accordo alla ISO 14025. Sebbene questo acronimo dovrebbe fare riferimento a tutti gli schemi esistenti a livello mondiale, viene generalmente utilizzato per indicare lo schema internazionale sviluppato in Svezia.

GHG

(Greenhouse Gas). Sigla con cui sono identificati a livello internazionale i gas serra. Questi comprendono, oltre alla CO2, il metano (CH4), il protossido d’azoto (N2O) e una serie di prodotti di sintesi organo alogenati.

GPP

(Green Public Procurement). Strumento della Comunità europea per promuovere la diffusione degli acquisti verdi nella pubblica amministrazione.

ISO

(International Organization for Standardization). Ente di normazione internazionale, formato dalla rete degli enti di normazione nazionali di 162 paesi. Il segretario generale che coordina il sistema ha sede a Ginevra.

LCA

(Life Cycle Assessment). Analisi del ciclo di vita di un prodotto. Metodologia alla base della CFP e basata su quanto richiesto dalla ISO 14040 e ISO 14044.

PAN

(Piano d’Azione Nazionale). Piani elaborati dagli Stati membri per l’applicazione del GPP e quindi delle politiche sugli acquisti verdi.

PCR

(Product Category Requirements). Specifici requisiti di categoria di prodotto previsti dalla ISO 14025 per le dichiarazioni ambientali di III tipo.

SGA

(Sistema di Gestione Ambientale). Parte del sistema complessivo di gestione aziendale deputato al controllo e al miglioramento degli aspetti ambientali. Esistono due diversi riferimenti, uno internazionale (ISO 14001:2004) e un Regolamento europeo (EMAS III).